Abuna Yemata Guh: una chiesa scavata nella roccia e finemente affrescata sul picco di un’altura etiope

Nel nord dell’Etiopia, esiste uno dei luoghi sacri più inaccessibili e pericolosi del mondo: Abuna Yemata Guh.

Si tratta di una piccola chiesa ricavata all’interno di un monolito.

L’edificio sacro è stato scavato nella roccia, è raggiungibile dopo un cammino vertiginoso della durata di almeno 45 minuti, si trova su un picco circondato da strapiombi da brivido e solo pochissimi preti riescono a frequentarlo con assiduità.

Questo luogo è meraviglioso: solitario, dotato di una vista panoramica mozzafiato e adornato da bellissimi affreschi, che ritraggono 9 dei 12 apostoli, oltre ad altre immagini religiose.

Embed from Getty Images

Embed from Getty Images

Inoltre, è presente in loco una splendida Bibbia ortodossa finemente decorata, realizzata con pelle di pecora.

La chiesa è dedicata ad Abuna Yemata, colui che si ritiene l’abbia creata nel lontano V secolo per scappare dai nemici o per avvicinarsi quanto più possibile a Dio, tra un silenzio e una natura che invitano al raccoglimento.

Embed from Getty Images

Embed from Getty Images

Categoria: , / Tag: , , , ,

Cosa ne pensi?

Cosa ne pensi?