Fotogiornalismo: American Bedroom, uno sguardo intimo sulla complessità dell’animo umano

Con “American Bedroom”, Barbara Peacock esplora le complessità e le idiosincrasie della vita contemporanea americana.

Gli scatti della fotografa americana lanciano uno sguardo sull’esistenza di individui di tutte le età, cogliendone il lato intimo e mostrando la vulnerabilità dell’animo umano.

I ritratti di Peacock esprimono gioia, tenerezza, amore, solitudine, infelicità.

“Sto imparando- racconta la fotografa originaria di Westford, nel Massachusetts-  che ci sono molte persone solitarie. Sto imparando che le persone hanno storie che vogliono condividere con chi saprà ascoltarle. Sto imparando che le persone sono fragili ed allo stesso tempo molto forti. Sto imparando che essere fotografati può essere un momento importante nella vita di qualcuno. Sto imparando ad ascoltare“.

I soggetti immortalati sono amici, conoscenti e sconosciuti che Barbara Peacock contatta tramite i social media.

Ogni fotografia è accompagnata da una didascalia che fornisce ulteriori approfondimenti sullo stato d’animo riportato nell’immagine.

Alice & Chris, 38 e 40 anni: “Non è facile riuscire a trovare tempo per noi con due bimbi, un gatto e gli impegni quotidiani. Ma ogni volta che possiamo, ci ritagliamo uno spazio tutto nostro da condividere e di cui godere”. Portland, Maine

Cody, 15 anni. “È davvero frustrante. Non posso fare niente. Non riesco a stare con i miei amici, non posso fare sport. Sono bloccato qui … da solo con la mia malattia”. Cody è affetto da febbre reumatica. Portland, Maine

Pepere, 88 anni: “Quando mi sveglio la mattina, cerco di fare piano per non svegliarla. Poi mi ricordo che lei non c’è più”. Jay, Maine

Jessica, 18 anni: “Vivo nel New Hampshire dove si dice ‘Vivi libero o muori’. Questo è il mio motto”.  Milford, New Hampshire

Nito, 35 anni: “Ogni cosa che c’è nella mia stanza è strettamente collegata ai miei amici ed alle mie esperienze di vita. Circondarmi di questi oggetti colorati è un modo di rimanere connesso alle persone a me care ed ai ricordi più belli”.  Cambridge, Massachusetts

Carroll, 95 anni:”È questa la mia casa?”. Biddeford, Maine

Jon, 71 anni: “Mia moglie ed io, con il nostro cane Charley e due gatti viviamo in una casa rotonda sulle Blue Ridge Mountains. Crediamo fermamente che tutti noi siamo collegati nel grande cerchio della vita”. Boone, North Carolina

Elmer, 71 anni. “Ho vissuto una vita di miracoli. Il mio corpo sta invecchiando, ma il mio spirito è sempre vivo”. Boone, North Carolina

Winslow, 20 anni. “Mi sono appena trasferito da Chicago, lasciandomi dietro decine di amici e la mia vita. L’unica cosa che ho potuto portare con me, è stato il mio gatto Juno”. Westford, Massachusetts

Avey, 3 anni. “Il mio pesciolino è morto”. Portland, Maine

Josh (38 anni), Rean (37 anni), Jackson (5 anni) e Amelia (1 anno):”Odio la mia camera da letto- racconta Josh- è stretta e piccola. Ma abbiamo aspettato molto tempo per avere dei figli e, adesso, quando siamo tutti insieme, sono felice”. Rean. Merrimac, Massachusetts

Categoria: / Tag:

Cosa ne pensi?

Cosa ne pensi?