Botswana, leonessa ruba la Canon della fotografa naturalista Barbara Jensen Vorster e la consegna ai suoi cuccioli

Il mestiere del fotografo naturalista comporta inevitabilmente dei rischi, ma spesso ne vale la pena. Ne sa qualcosa  Barbara Jensen Vorster in seguito all’incontro ravvicinato con una leonessa.

Nel luglio 2018, Vorster si trovava con una squadra di fotografi in Botswana e, mentre stava realizzando alcuni scatti ad un leone all’interno del Mashatu Game Reserve, in modo accidentale ha lasciato cadere la sua Canon 7D a terra.

Il tonfo della macchina fotografica ha attirato l’attenzione di una leonessa che, ringhiando, si  è avvicinata alla postazione dei fotografi.

Vorster ed i suoi colleghi sono entrati tempestivamente dentro il loro fuoristrada e la fotografa, con una seconda macchina fotografica, ha immortalato i movimenti della leonessa.

“La leonessa – ha raccontato la fotografa – ha spostato delicatamente la fotocamera su un lato e l’ha sollevata dalla canna dell’obiettivo consegnandola ai suoi cuccioli, poco distanti”.

I cuccioli di leone si sono avvicinati al loro nuovo “giocattolo” afferrandolo con i denti e trascinandolo nella polvere.

“Poi, fortunatamente- ha testimoniato Barbara Jensen Vorster-  come la maggior parte dei bambini, si sono stancati di giocarci e l’hanno abbandonata”.

La fotografa ha recuperato la sua macchina fotografica, ancora funzionante: “Ci sono due enormi segni di denti sugli anelli di messa a fuoco in gomma dell’obiettivo e piccoli segni sul paraluce in plastica. Ho deciso di non sostituirli. Quale fotografo può vantare che il loro obiettivo sia finito nella bocca di un leone?”

Categoria: , / Tag: ,

Cosa ne pensi?

Cosa ne pensi?