Questo bunker privato costruito con 42 scuolabus gialli è tra i più grandi (e stravaganti) d’America

In un villaggio canadese chiamato Horning’s Mills, situato a circa 100 km da Toronto, si trova la fattoria di Bruce Beach.

Sebbene esteriormente sembri una normale tenuta rurale, sotto alle verdi distese che la circondano è presente uno dei più grandi rifugi antiatomici privati del continente nordamericano: “Ark Two”, cioè la Seconda Arca.

Iniziata nel 1980, questa particolare (e un po’ folle) struttura è formata da 42 scuolabus gialli e si estende sottoterra per circa 3 mila mq.

L’idea del proprietario era quella di realizzare un rifugio che potesse ospitare quante più persone possibili nell’eventualità dello scoppio di una guerra nucleare. Nato nel periodo della Guerra Fredda, questo stravagante complesso d’emergenza non è mai stato dismesso da Bruce, visto che quest’ultimo continua a pensare che un conflitto di tal genere sia sempre possibile e imminente.

All’interno di questa strana costruzione possono essere ospitate diverse centinaia di persone (dalle 350 alle 500 in casi estremi).

Sono presenti tutte le dotazioni necessarie per sopravvivere durante un eventuale conflitto atomico (scorte di cibo, pozzi privati, impianti idraulici, generatori elettrici, strutture mediche abbozzate).

Nel tempo l’efficienza e la praticità degli elementi che compongono il rifugio sono andate scemando, essendo passati ormai quasi 40 anni dalla sua costruzione, oltre al fatto che enormi quantitativi di cibo sono stati buttati.

Tuttavia il caro vecchio Bruce non molla, nonostante sia stato portato in tribunale più volte dal governo (non avendo i permessi in regola per tale costruzione) e invitato a lasciare il luogo ritenuto pericoloso dai vigili del fuoco.

Anzi: sono numerosi i suoi sostenitori.

E’ attivo un sito internet relativo ad Ark Two e vengono spesso organizzati eventi e visite varie in questa bizzarra sede, che speriamo resti sempre inutile e inutilizzata.

Categoria: , / Tag: ,

Cosa ne pensi?

Cosa ne pensi?