La terrificante “Danse Macabre” affrescata sulle pareti di una chiesa slovena

Hrastovlje è il nome, per noi impronunciabile, di un villaggio situato nell’entroterra della nazione slovena, precisamente nel comune di Capodistria.

In questa località è presente una chiesetta fortificata, dedicata alla SS. Trinità e dotata di una storia assolutamente suggestiva e misteriosa.

Infatti, l’edificio sacro si trova su un’altura che sovrasta la cittadina e si erge all’interno di mura massicce, costruite a ridosso della struttura religiosa per proteggere la popolazione che lì si rifugiava durante le incursioni dei Turchi dalla fine del XV secolo in avanti.

La chiesa venne costruita nel XII secolo. Si presenta in uno stile tardo romanico ed è circondata da una fortificazione strategica, edificata nella seconda metà del 1400.

Per innalzare le difese vennero utilizzate anche pietre provenienti da un castellare preistorico presente nelle vicinanze, rendendo questo complesso un piccolo scrigno colmo di eventi e di storie che si perdono nella notte dei tempi.

Nel 1949, sulle pareti interne della chiesa sono stati scoperti  preziosi affreschi, temporaneamente ricoperti da un’intonacatura del 1800, realizzati nel periodo della costruzione delle mura da Giovanni di Castua e dalla sua squadra.

Nella navata centrale è possibile ammirare scene tratte dalla Genesi e una raffigurazione dei 12 mesi dell’anno, ognuno caratterizzato dai tipici lavori che lo contraddistingue.

Sulla parete che si trova a destra dell’entrata è presente una rappresentazione insolita e arcana come il luogo che la ospita: una particolare “Danse Macabre”.

Come vuole la tradizione, si vede la Morte chiamare a raccolta tutte le anime del mondo, indipendentemente dalla fede e dal livello sociale, per ricordare a tutti che la vita finisce ovunque e comunque, quindi è importante cercare di vivere sempre nel miglior modo possibile, ricercando la serenità e l’amore momento per momento, finchè si è in tempo!

Categoria: , / Tag: ,

Cosa ne pensi?

Cosa ne pensi?