Dentro gli strumenti musicali, gli scatti dell’artista Adrian Borda

Si chiama “La luce interiore” ed è il progetto fotografico del pittore surrealista rumeno Adrian Borda.

Le immagini scattate da Borda sembrano immortalare vecchie sale abbandonate, appartenenti al secolo scorso; si tratta invece di fotografie realizzate all’interno di vecchi strumenti musicali.

L’artista vive a Reghin, un borgo medioevale della Transilvania, conosciuto come “la città dei violini”. Adrian aveva avuto modo di osservare alcune fotografie realizzate all’interno di alcuni strumenti musicali e ha voluto sperimentarsi nello stesso tipo di fotografia.

“Non so molto di strumenti musicali – racconta l’artista – erano rotti e aperti per le riparazioni. Il primo che ho fotografato è stato un contrabbasso, nel negozio di un amico. Il secondo era un violoncello francese molto antico, dei tempi di Napoleone, che ho trovato nella città di Amiens, nella casa del direttore d’orchestra Dominique Leroy”.

Per Adrian è stata una sfida creare la giusta atmosfera dentro gli strumenti che ha fotografato: “In un’occasione ho spostato il violoncello in tutta la casa per trovare la luce giusta”.

“Sono un viaggiatore interiore,- dice Adrian Borda- esploro il misterioso ed estremamente complesso mondo del subconscio”

Le opere di Adrian Borda sono state esposte in Romania e in Olanda.

Categoria: / Tag:

Cosa ne pensi?

Cosa ne pensi?