Egitto: scoperta una tomba di 4400 anni fa con pitture murali perfettamente conservate

Il Ministero delle Antichità egiziano ha annunciato la scoperta di una tomba risalente a 4400 anni fa, situata nell’area più estesa della necropoli occidentale poco distante dalle celeberrime piramidi di Giza.

L’Egitto non finisce mai di stupire, è sempre pronto a regalarci nuovi luoghi, templi e reperti capaci ogni volta di meravigliarci.

E questo nuovo ritrovamento, il primo del 2018, è davvero eccezionale: la stanza funebre appartiene molto probabilmente a Heptet, una sacerdotessa di Hathor (dea della fertilità, dell’amore e della bellezza).

La donna doveva essere molto importante e vicina alla famiglia reale della V dinastia.

La tomba è fatta di mattoni di fango ed è adornata con pitture murali di alto valore, fortunatamente rinvenute in un ottimo stato di conservazione.

Le pareti presentano splendide immagini ancora ben visibili.

Ritraggono scene di caccia e di pesca, oltre che scimmie intente a raccogliere frutta e ballare di fronte ad un’orchestra.

Ai tempi dei faraoni questi animali erano domestici, così non era raro osservarli in situazioni insolite per il mondo di oggi.

Immagini: Facebook

Categoria: , / Tag: , , ,

Cosa ne pensi?

Cosa ne pensi?