L’ipnotica bellezza delle metropolitane di Mosca e San Pietroburgo

L’intricato labirinto sotterraneo di Mosca e San Pietroburgo svela stazioni metro di incomparabile bellezza e di inestimabile patrimonio artistico.

I milioni di pendolari che si riversano quotidianamente nelle due metropolitane, sono probabilmente abituati alla loro opulenza, chi le vede per la prima volta, invece, rimane affascinato dallo splendore e dallo sfarzo delle architetture, dei lampadari e dei marmi che le contraddistingue.

Aperta nel 1935 per volontà di Stalin, la metropolitana di Mosca è documento storico della propaganda sovietica. Lo scopo era quello di suscitare stupore e di prevedere un futuro luminoso per l’ex Urss. In molte stazioni figurano i busti di leader sovietici come Lenin o affreschi con elementi del periodo comunista.

La metropolitana di San Pietroburgo fu costruita nel 1955, dopo la morte di Stalin ed è indubbiamente tra le metropolitane più belle al mondo.

Il fotografo e architetto canadese David Burdeny ha voluto immortalare l’ipnotica bellezza delle stazioni di Mosca e di San Pietroburgo in una serie di scatti realizzati tutti dopo la mezzanotte, nell’orario di chiusura al pubblico.

Stazione di Taganskaya, Mosca

Stazione di Novoslobodskaya, Mosca

Stazione di Komsomolskaya, Mosca

Stazione di Mayakovskaya, Mosca

Categoria: , , / Tag: ,

Cosa ne pensi?

Cosa ne pensi?