La meraviglia del Parco Nazionale dei Laghi di Plitvice sommerso da neve e ghiaccio

Tamas Toth è un ragazzo di Budapest (Ungheria) appassionato di fotografia. Di recente ha deciso di regalarsi un bel viaggio e si è recato in quel luogo da sogno che risponde al nome di Parco Nazionale dei Laghi di Plitvice, in Croazia.

L'area di questo territorio incantevole misura poco meno di 300 km quadrati ed è caratterizzata da una serie di 16 specchi d'acqua dolce, di varia forma e grandezza, tutti vicini e disposti da Nord a Sud, nel bellissimo contesto dei Monti Kapela.

Il posto è un qualcosa di meraviglioso, presenta uno spettacolo naturale capace di togliere il fiato a chiunque si trovi al cospetto di tali capolavori creati dalla nostra splendida Terra: infatti, è ricco di laghi, dighe naturali, grotte e cascate creatisi nel corso di più millenni a causa dello scorrere incessante dei corsi d'acqua presenti, continuamente intenti a scavare e a erodere in modo artistico il gesso e il calcare che si trovava (e si trova) sulla loro strada.

Questi favolosi scenari lacustri erano anche balneabili fino a poco tempo fa. Oggi non è più possibile tuffarsi nelle loro acque, ma restano comunque una meta ambitissima.

Ciò che ha visto Tamas, però, è ancora più sensazionale, dato che si è trovato di fronte il Parco Nazionale dei Laghi di Plitvice completamente ghiacciato e coperto dalla neve.

Un'occasione unica e strepitosa per girare e ammirare una location ammaliante in una maniera quasi irripetibile. E, per fortuna, Toth ha deciso di ritrarre ogni passo della favolosa avventura con la sua macchina fotografica e di condividerlo con noi.

Naturalmente, non potevamo non inserire questo magico luogo nei 35 posti più surreali da visitare almeno una volta nella vita.

Categoria: , / Tag: , , ,

Cosa ne pensi?

Cosa ne pensi?