Le Grotte di Piyang: il mistico luogo sacro del buddhismo tibetano

Le Grotte di Piyang sono uno tra i siti archeologici più importanti e misteriosi del Tibet; situate nella zona ovest del paese, si trovano nei pressi del Sacro Monte Kailash.

Nel complesso sono presenti un migliaio di grotte dalle forme e dalle dimensioni disparate, alcune utilizzate come vere e proprie abitazioni, altre come ambienti per la meditazione.

Il sito è molto importante perché dovrebbe permettere di conoscere ulteriori aspetti del buddismo tibetano e, inoltre, ha fornito l’occasione ad archeologi sia occidentali che cinesi di collaborare e di scambiarsi opinioni e competenze in merito.

I lavori di scavo eseguiti all’interno di queste mistiche caverne hanno dato la possibilità allo statunitense Mark Aldenderfer, professore presso l’Università della California, di ricercare in loco fonti documentarie insieme a Huo Wei e Li Yongxian, due esperti del dipartimento di storia della Sichuan Union University.

La speranza è quella di trovare manufatti e fonti fondamentali per gettare ulteriore luce su un mondo tanto arcano quanto ancora presente nella vita di numerosi fedeli e studiosi di antropologia.

Accedere a fonti originali dell’antica filosofia/religione tibetana e poterne comprendere il significato è sempre un’impresa molto ardua. Così questa serie di lavori si sta rilevando molto preziosa.

La zona geografica è abitata da 21.000 anni, quindi è facile che siano sepolti negli anfratti, nei tunnel e ovunque possibile diversi reperti preziosi, anche perchè la tradizione locale ritiene questi luoghi teatro di leggende in cui le divinità vivevano sulla Terra.

Spettacolari sono le molteplici pitture murarie che occupano parte dei ben 10 chilometri quadrati del sito.

Categoria: , / Tag: , ,

Cosa ne pensi?

Cosa ne pensi?