I 50.000 Buddha delle Grotte di Yungang, scavate nella roccia nel V secolo d.C.

Nella provincia cinese dello Shanxi si trova la città di Datong, i cui dintorni sono pervasi da una forte spiritualità, tale da portare alla costruzione di edifici e monumenti eccezionali.

Uno di questi è il “Tempio Sospeso”, di cui vi abbiamo già parlato in un precedente articolo, capace di far venire la pelle d’oca a chiunque abbia il coraggio di visitarlo.

Un altro è il meraviglioso complesso delle “Grotte Yungang”: un sublime esempio di architettura scavata nella roccia.

Risalente al V secolo d.C., è composto da circa 250 caverne di varie dimensioni e da più di 50.000 statue di ispirazione buddista.

L’intero sistema di caverne si sviluppa quasi ininterrottamente per un chilometro e raccoglie un tripudio di templi, affreschi, statue, decorazioni dall’infinito valore storico e artistico.

Animali, divinità, simboli tradizionali e, soprattutto, raffigurazioni del Budda si susseguono in un tripudio di forme e di grandezze incredibilmente varie e suggestive.

Nel corso dei secoli, questo luogo spettacolare, nato per esporre e diffondere ulteriormente il pensiero buddista nella regione cinese, ha subito numerosi ritocchi e rifacimenti, senza tuttavia perdere il suo impianto originario, riuscendo a sopravvivere in modo straordinario al passare del tempo.

Nel 2001 le Grotte Yungang sono state dichiarate Patrimonio dell’UNESCO.

Immagini, dove non diversamente indicato: ex-maulana.blogspot.com

Categoria: , / Tag: , , , ,

Cosa ne pensi?

Cosa ne pensi?