Il ritorno degli “eroi”: quando la forza di volontà sconfigge ogni handicap

Festa all’aeroporto di Fiumicino per il rientro dei campioni paralimpici – e di larga parte della spedizione azzurra, 64 atleti – che hanno partecipato ai Giochi di Rio.

Grande accoglienza per Alex Zanardi, Assunta Legnante, Francesco Bocciardo, Federico Morlacchi e tutti gli altri, fatti segno della simpatia e dell’ammirazione di passeggeri e operatori aeroportuali.

123035358-0a9b6096-2cb9-4000-a298-2b701a680787

Ecco Alex Zanardi, la doppia medaglia d’oro divenuta emblema della forza di volontà che sconfigge ogni handicap, insieme a Francesca Porcellato, doppia medaglia di bronzo. I due posano davanti il grande pannello di saluto dove campeggiava la scritta “Bentornati campioni. Grazie per averci regalato un’emozione unica”.

foto-assunta-legnante

Ed ecco Assunta Legnante, l’atleta napoletana che a Rio ha vinto la gara del lancio del peso con la misura di 15,74 m, bissando il titolo di Londra 2012. “Un oro che mi aspettavo? – ha dichiarato a Tuttosport – No, è un oro che mi sarebbe piaciuto confermare e che per fortuna, con la mia tenacia e il mio coraggio, sono riuscita a conquistare. La nostra è una squadra giovane, ma ricca di talenti: sono stata molto felice di essere il capitano della squadra di atletica”.

115534355-6f7cb6cf-17bd-4f30-ae37-625f9324d9bd

Categoria:

Cosa ne pensi?

Cosa ne pensi?