Little Free Libraries: mini biblioteche libere sottoforma di casette in legno

Le “Little Free Libraries” stanno riscuotendo oltreoceano un successo sempre maggiore e piano piano fanno capolino sempre più di frequente anche nel nostro Paese. Si tratta di minute casette, o costruzioni simili, che sbucano un po’ dappertutto, per esempio vicino alle abitazioni oppure ai locali pubblici o a vari punti di interesse, e contengono libri: chiunque può prenderne in prestito qualcuno, magari lasciandone un altro a sua volta a disposizione.

Un’intelligente e brillante idea per condividere le proprie letture e allargare i propri orizzonti culturali, pensata e attuata circa tre anni fa in una piccola cittadina del Wisconsin (U.S.A.).

_mini-librerie__001

Naturalmente ci sono delle norme ben precise da seguire, ordinanze cittadine e regolamenti urbanistici: ognuna delle Little Free Libraries deve essere registrata per ottenere il proprio cartellino e per avere la dicitura ufficiale bisogna versare una piccola quota.

_mini-librerie_

Ogni nazione ed ogni comune segue le proprie regole, quindi prima di voler edificare una bibliotechina personale bisogna informarsi bene. Soprattutto assicurandosi di non impedire in nessun modo il transito di pedoni e automobili.

_mini-librerie__002

Riteniamo che sia un’iniziativa davvero carina e utile per la comunità, per i cittadini di ogni età, per il sapere in generale. Inoltre, permette di unire e avvicinare persone dai gusti letterari affini.

_mini-librerie__003

Se vi diletterete nell’attuare questo progetto, potrete caricare le immagini della vostra biblioteca con i libri contenuti su Twitter e Instagram con l’hashtag #MyLittleFreeLibrary, segnalandone l’ubicazione e passando parola a più non posso!

_mini-librerie_

Nel caso, non dimenticatevi mai di restituire i libri che prenderete in prestito però…

Foto: littlefreelibrary.org

Categoria: / Tag: ,

Cosa ne pensi?

Cosa ne pensi?