Il monte Fuji, simbolo per eccellenza del Giappone, fotografato all’alba in tutta la sua sacralità

Il monte Fuji si trova in Giappone, è un vulcano in fase di quiescenza (l’ultima eruzione avvenne nel 1708) e raggiunge i 3776 metri di altezza, risultando la vetta più alta della nazione.

Caratterizzata da una cima che rimane innevata per 10 mesi all’anno, questa montagna è da tempo immemore un simbolo per il Paese del Sol Levante e un’entità sacra per i suoi abitanti, tanto che la tradizione vuole che almeno una volta nella vita sia d’obbligo, o comunque di buon auspicio, recarsi in pellegrinaggio alle sue pendici.

Recentemente, il fotografo Takashi Nakazawa, membro del gruppo Your Shot, ha realizzato uno scatto memorabile al mitico Fuji, tanto da guadagnarsi la copertina “Traveler” del National Geographic.

Si tratta di un’immagine magnifica, capace di ritrarre tutta l’imponenza del silenzioso vulcano, immersa in un’oasi di pace tipica della cultura zen in cui vive.

Tuttavia, questa non è l’unica fotografia scattata al monte Fuji da Nakazawa, anzi: da sempre affascinato da questa vetta sacra, Takashi l’ha immortalata una decina di migliaia di volte, a colori e in bianco e nero, all’alba e al tramonto, in blu e di notte, dando vita, ogni volta, ad immagini mozzafiato.

Su Instagram si possono ammirare altre splendide foto dell’artista nipponico.

E qualora nel farlo venisse una gran voglia di partire alla volta della nazione nipponica, ma non se ne hanno il tempo o i mezzi economici, ricordiamoci che nelle Marche esiste un incantevole angolino del Giappone più autentico.

Categoria: / Tag: ,

Cosa ne pensi?

Cosa ne pensi?