La stazione di Oizumi Gakuen, a Tokyo, è interamente dedicata ai cartoni più amati della storia

La nipponica Toei Animation ha realizzato il primo film d’animazione a colori del Giappone nell’ormai lontano 1958, “La Leggenda del Serpente Bianco”.

La connazionale Mushi Production, invece, ha dato vita al primo cartone animato seriale, “Astro Boy”, andato in onda già intorno alla metà degli anni Sessanta.

Cos’hanno in comune questi studi cinematografici? Si trovano entrambi nel distretto di Nerima, a Tokyo, a due passi dalla stazione ferroviaria di Oizumi Gakuen, situata sulla linea della Seibu Ikebukuro.

Inutile dire che tale stazione è stata interamente dedicata al mondo degli “anime” più famosi, nati dal sapiente lavoro dei suddetti studios.

Così è possibile imbattersi nelle statue a grandezza naturale di alcuni dei personaggi più amati tra quelli che ci hanno accompagnato durante l’infanzia sui teleschermi delle nostre care televisioni, tra gli anni ’70 e ’80 del Novecento.

I passeggeri del Galaxy Express, Rocky Joe, la sensuale Lamù e Capitan Harlock attendono i pendolari che ogni giorno affollano i vagoni del treno, anch’essi talora colorati a tema, per la gioia di grandi e piccini.

Spesso ci si reca in loco quasi compiendo un pellegrinaggio, per incontrare gli eroi di un recente passato e di un presente ancora vivo.

Non solo, ma è possibile imbattersi nelle fotografie di tutti i cartoni animati creati in queste sedi (da Ken il guerriero a Dragon Ball, da Mazinga Z a Sailor Moon, etc.) disposte in ordine cronologico su una finta pellicola.

Immagini: Divina Scuola di Hokuto

Categoria: / Tag: ,

Cosa ne pensi?

Cosa ne pensi?