Cittadini-giardinieri con “licenza” di piantare in strade, cortili e persino su tetti e facciate

Cittadini-giardinieri a Parigi. E il kit per cominciare a curare un angolo della città, che comprende anche terriccio e semi, lo fornisce il Comune.

E’ l’iniziativa promossa dall’Amministrazione di una delle capitali meno verdi d’Europa, che proprio per questo punta a superare il “gap”, incentivando tutti i cittadini a piantare, occupandosi della successiva manutenzione, il proprio giardino urbano in strade, aiuole, cortili, ma anche tetti e facciate.

Qualsiasi superficie della città potrà essere interessata, seguendo le linee guida dell’Amministrazione, con l’obiettivo di introdurre sul suolo urbano 100 ettari di spazio verde entro il 2020.

foto-giardino

Il permesso di occupazione di suolo pubblico per rendere “green” la capitale francese verrà rilasciato dal Comune, durerà 3 anni e sarà rinnovabile tacitamente per rendere il tutto più facile.

I “cittadini-giardinieri” firmeranno una “Carta di rinverdimento”, impegnandosi a utilizzare piante locali e amiche delle api per promuovere la biodiversità. No, inoltre, all’uso di pesticidi.

Categoria: , / Tag: , , , ,

Cosa ne pensi?

Cosa ne pensi?