La rivoluzionaria strada in plastica riciclata. Economica, ecologica e facilmente componibile

Il progetto originale risale ancora al 2015, ma ora è praticamente pronto per trasformarsi in realtà: Plastic Road sarà la primissima strada interamente composta da pannelli modulari in plastica riciclata, grazie a un’idea dell’azienda olandese VolkerWessels, con il prezioso contributo di Total e Wavin.

In effetti, sembra proprio che entro la fine del 2017 dovrebbe essere presentato il prototipo di questo innovativo e geniale modo di concepire il manto stradale.

E tutto ciò rappresenta una rivoluzione epocale non soltanto per i costi, che verrebbero ampiamente ridotti, ma pure per l’ambiente, naturalmente. La plastica buttata, difatti, sarebbe riadoperata senza dover affrontare le spese del suo smaltimento.

Riguardo alla manutenzione, inoltre, qualora si presenti un danneggiamento alla struttura, basterà sostituire il modulo rovinato con uno nuovo, risparmiando moltissimo a livello economico e di tempo.

Plastic Road è impermeabile alla corrosione e agli agenti atmosferici, riesce a sopportare una temperatura compresa tra i -40 e gli 80 gradi centigradi ed, infine, è molto più resistente degli asfalti normali agli attacchi chimici.

L’installazione è pratica e immediata, dato che i pannelli prefabbricati poggiano direttamente sopra una superficie sabbiosa, si incastrano facilmente tra di loro (pure su terreni sconnessi) e possono essere dotati di un sistema di drenaggio dell’acqua, per rendere la viabilità molto più sicura in condizioni climatiche avverse.

Categoria: / Tag: , , ,

Cosa ne pensi?

Cosa ne pensi?