Le foto che un ingegnere ha scattato alla figlia nel 1913 sono tra le prime foto a colori della storia

Mervyn O’Gorman (1871-1958) è noto come il grande ingegnere inglese che durante il primo conflitto mondiale era a capo dello stabilimento aereo reale a Farnborough. O’Gorman era però anche conosciuto come uno dei primi pionieri delle fotografie a colori: oltre al suo interesse per l’aeronautica era infatti anche un artista. Tante delle sue immagini sono raccolte in una mostra a proposito delle prime fotografie a colori ed includono una serie di foto dalle atmosfere surreali e oniriche della figlia Christina.

Queste foto risalgono al 1913 e sono realizzate con il procedimento autocromo; si tratta di una tecnica, brevettata nel 1903, che per prima permise al pubblico di realizzare in autonomia le prime foto a colori.

primefotoacolori

Le immagini sono scattate sulla spiaggia di Lulworth Cove, Dorset, e mostrano la ragazza con un costume rosso brillante, un colore che, in questi primi processi, veniva catturato particolarmente bene.

primefotoacolori1
Christina è infatti immortalata con abiti rossi in tutte le immagini, in modo da guidare lo sguardo direttamente verso il soggetto e verso i suoi lunghi capelli chiari.
primefotoacolori2 primefotoacolori3

Uno sguardo d’insieme alle immagini di Christina ci fa provare una strana sensazione di modernità: anche il suo abbigliamento è difficile da inquadrare in una dato periodo storico.

primefotoacolori4 primefotoacolori5
In quest’ultima foto sono ritratte assieme a Christina anche Florence, la moglie di O’Gorman e la sua seconda figlia e accanto alla famiglia, sulla sinistra, si può notare la custodia della macchina fotografica.
primefotoacolori6

Categoria: / Tag: , , ,
Visto su: www.thisiscolossal.com

Cosa ne pensi?

Cosa ne pensi?