Incredibili foto che ritraggono le opere realizzate dal primo tatuatore inglese in epoca vittoriana

Nell’Inghilterra di epoca vittoriana (1837-1901), un artista di nome Sutherland Macdonald divenne famoso per svolgere una professione ai tempi unica nel suo genere, almeno ufficialmente.

Nel 1894, sulle “pagine gialle” di allora (Post Office Directory) comparve una nuova categoria professionale e sembra che per ben 4 anni sia rimasta la sola ad avere questa definizione: tattooist.

Stiamo parlando del primo studio inglese di tatuaggi della storia e quindi del primo tatuatore che aprì una struttura organizzata per svolgere un lavoro oggi tanto di moda.

La parola con cui venne identificato Sutherland Macdonald, “tattooist” appunto, unisce quelle di tatuaggio (tattoo) e artista (artist), per mettere in risalto questa particolare tecnica di disegno che prevede l’immissione di inchiostro sulla pelle, così come facevano i Polinesiani nel Sud Pacifico.

Questo modo di realizzare opere d’arte sul corpo venne scoperto e studiato durante le spedizioni di James Cook, il famoso navigatore del Settecento, che esplorò il Grande Mare del Sud durante le sue numerose avventure marinaresche.

Macdonald svolse la sua innovativa professione prima ad Aldershot, nell’Hampshire, e in seguito a Londra, nei pressi dell’Hamam Turkish Baths (76 Jermyn Street).

Furono tantissimi i clienti che si recarono da Sutherland, anche tra i nobili del tempo e tra i membri della famiglia reale, al punto che presto divenne una moda molto seguita, seppure non per tutti.

Queste spettacolari fotografie ci mostrano alcuni dei lavori compiuti da Macdonald, a dimostrazione del suo innegabile talento artistico.

   

Categoria: , / Tag: ,

Cosa ne pensi?

Cosa ne pensi?