Le più impressionanti sculture umane iperrealistiche esposte a Bilbao

Oggi vi portiamo virtualmente alla mostra presente al Museo delle Belle Arti di Bilbao intitolata “Hyperrealist Sculpture 1973-2016“.

E’ incredibilmente suggestiva, dal momento che espone una serie di sculture umane che sembrano più reali dei visitatori stessi!

Solo guardando queste fotografie si rimane impressionati dalla perfezione dei dettagli, dalla realistica umanità dei soggetti, dalla schietta genuinità quasi parlante dei volti, figuriamoci se ci trovassimo fisicamente di fronte alle statue stesse quali emozioni sarebbero in grado di suscitarci…

I corpi sono realizzati in silicone e diverse parti aggiuntive, come le gocce di sudore, in oli e resine particolari. Quindi con materiali assolutamente semplici. Tuttavia il risultato raggiunge dei livelli di espressione che mettono positivamente i brividi.

L’esposizione raccoglie 34 lavori dei 26 artisti più abili della corrente dell’iperrealismo.

Adesso è il momento di restare in silenzio come le persone ritratte e scandagliare con entusiasmo questi capolavori!

_sculture-iperrealistiche-bilbao__003

© SAM JINKS Untitled (Kneeling Woman). 2015.

_sculture-iperrealistiche-bilbao__008_sculture-iperrealistiche-bilbao__006

© SAM JINKS Woman and Child. 2010.

_sculture-iperrealistiche-bilbao__005 _sculture-iperrealistiche-bilbao__013

© PAUL MCCARTHY That Girl (T.G. Awake). 2012-2013.  

_sculture-iperrealistiche-bilbao__0077164760-145762-9-1476011000-650-b7244d26be-1476685345

© CAROLE A. Feuerman General’s Twin. 2009-2011.

_sculture-iperrealistiche-bilbao__011

© MARC SIJAN Embrace. 2014.

_sculture-iperrealistiche-bilbao__012

© DUANE HANSON, Traveller. 1989. 

_sculture-iperrealistiche-bilbao__014 _sculture-iperrealistiche-bilbao__015

© ZHARKO BASHESKI Ordinary Man. 2009-2010.

_sculture-iperrealistiche-bilbao__002

© MARK SIJAN, Cornered. 2011.  

_sculture-iperrealistiche-bilbao__001 _sculture-iperrealistiche-bilbao__004

© PETER LAND Back to Square One. 2015

Categoria: / Tag: , ,

Cosa ne pensi?

Cosa ne pensi?