Una villa di Las Vegas nasconde un rifugio antiatomico spettacolare

Al 3970 di Spencer Street di Las Vegas c’è una villetta che dall’esterno sembra una classica casa americana per famiglie relativamente benestanti. Sottoterra, però, nasconde un affascinante segreto.

Infatti, da una comune porta posta all’interno dell’abitazione e del tutto simile a quella delle normali stanze presenti, si scende a 8 metri di profondità in uno spettacolare rifugio antiatomico.

Esteso 1410 mq, questo luogo nascosto è in grado di ospitare un’intera famiglia per un anno, senza bisogno di ulteriori approvvigionamenti dall’esterno.

L’arcano edificio venne fatto costruire nel 1978 dal facoltoso Girard B. Henderson, con l’intento di garantirsi un luogo sicuro e confortevole durante un eventuale conflitto atomico, ritenuto assai imminente in tempi di Guerra Fredda.

La particolarità del rifugio è quella di risultare esteticamente quasi più bello e curato della villetta esterna.

Sembra, infatti, un luogo a cielo aperto, dotato di giardino alberato con piscina e caratterizzato da ambienti eleganti e moderni.

L’idea del progetto era quella di simulare il più possibile la vita quotidiana svolta alla luce del sole, per ridurre al minimo i disagi psicofisici di un’esistenza sotterranea.

Idromassaggio, sauna, pista da ballo, scenari naturali, bar e barbecue non mancano alla struttura, munita pure di luci regolabili per simulare le diverse fasi della giornata.

I coniugi Henderson morirono intorno alla metà degli anni 80 e, fortunatamente, non dovettero mai servirsi di questa peculiare dependance.

Immagini: Dailymail

Categoria: / Tag:

Cosa ne pensi?

Cosa ne pensi?